• Analisi sensoriale

Analisi sensoriale

Come riconoscere tutte le caratteristiche inconfondibili del Parmigiano Reggiano

L’analisi sensoriale è l’insieme di metodi e tecniche che consentono di misurare, attraverso gli organi di senso, la qualità di un prodotto alimentare o di una bevanda.

L’analisi dell’aspetto, del sapore e della consistenza sono indispensabili per capire le peculiarità del Parmigiano Reggiano e per assaporarlo fino in fondo.

La degustazione del Parmigiano Reggiano può portare a scoprire nuovi abbinamenti di sapori e può essere fatta da chiunque desideri conoscere i segreti del Re dei Formaggi.

Per apprendere la tecnica di assaggio è necessario utilizzare i sensi  come strumento di misura.

Scaglie di Parmigiano-Reggiano

Per saperne di più, scarica gratuitamente la guida completa

Esame visivo del Parmigiano Reggiano

Esame visivoL’aspetto esteriore è importante e garanzia di una buona conservazione del prodotto.
Forma, dimensioni, aspetto e colore sono stimoli visivi importantissimi.

 

Esame tattile del Parmigiano Reggiano

Esame tattileToccando il campione con le dita, mordendolo e deformandolo si valutano l'elasticità e la durezza, ma anche la granulosità, la friabilità è la solubilità.

 

Esame olfattivo del Parmigiano Reggiano

Esame olfattivoFra i sensi è il più sottile: indispensabile per captare tutti gli odori e gli aromi del Parmigiano Reggiano, soprattutto durante la masticazione.

 

Esame gustativo del Parmigiano Reggiano

Esame gustativoLa lingua, la bocca e la gola sono i nostri strumenti per assaporare il Parmigiano Reggiano.
I gusti fondamentali sono 4: dolce, salato, acido e amaro.
Le percezione di piccante, bruciante o astringente sono sensazioni trigeminali e non sono riconoscibili né da odore né da sapore.

Retrogusto e persistenza del Parmigiano Reggiano

Retrogusto e persistenzaAlla conclusione dell’assaggio, è importantissimo prestare attenzione alle sensazioni finali, cioè retrogusto e persistenza.