• Ricette CrossCooking

Cous Cous alle verdure sott’olio e Parmigiano Reggiano - Algeria

Grazia Perrone - A tavola con Mammazan

  • Difficoltà

    Media

  • Stagionatura

    24 mesi

  • 1 bicchiere di cous cous
  • 1 bicchiere d'acqua
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di olio extravergine
  • Per il "condimento":
  • 70 gr di Parmigiano Reggiano 24 mesi
  • 50 gr di Parmigiano Reggiano 30 mesi in petali
  • 45 g carciofi sott'olio,
  • 45 g melanzane sott'olio,
  • 45 g misto funghi sott'olio,
  • 45 g pomodori secchi sett'olio,
  • 45 g peperoni in agrodolce
  • succo di mezzo limone
  • 3-4 cucchiai di olio extravergine

Cuocere il cous cous in acqua salata secondo le indicazioni riportate sulla confezione. In un piatto disporre le verdure sott'olio scolate. Tagliarle a pezzetti più o meno grandi, unire il Parmigiano Reggiano 24 mesi tagliato a tocchetti e mescolare con cura il tutto. Spremere e filtrare il succo di mezzo limone e mescolarlo con poco olio. Condire il cous cous con il preparato. Guarnire il piatto con un pomodoro secco sott'olio e con petali di Parmigiano Reggiano 30 mesi. Coprire la scodella con un film di pellicola trasparente e porre in frigo fino al momento di servirlo. Il Parmigiano Reggiano conferisce un tocco in più a questo piatto unico. 

STORIA

Il cuscus o cùscusu (in francese : couscous; in arabo magrebino:كسكس; in berbero: seksu) è un alimento tipico del NordAfrica e della Sicilia occidentale, costituito da agglomerati ovvero granelli di semola cotti a vapore (del diametro di un millimetro prima della cottura). Questo piatto è l'alimento tradizionale di tutto il Nordafrica al punto che lo si potrebbe definire "piatto nazionale" dei Berberi. In gran parte di Tunisia, Algeria,Marocco e Libia è conosciuto semplicemente col nome in arabo: طعام, taʿām, "cibo". Oltre che nel Maghreb, esso è molto diffuso anche nell'Africa Occidentale, in Francia (secondo piatto preferito dai francesi), in Belgio e anche nel Vicino Oriente (in particolare, in Israele presso gli Ebrei di origine magrebina). In Giordania, Libano e Palestina viene chiamato maftūl (ritorto). 
Grazia Perrone
 A tavola con Mammazan

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette