Il Consorzio al Forum Economico Italia-Russia

Ad Expo, presso il padiglione della Russia, il presidente Alai ha partecipato al forum economico Italia Russia dove si sono evidenziati i contatti e le potenzialità economiche tra i due Paesi

Reggio Emilia, 16 ottobre 2015 - Si è svolto giovedì 15 ottobre ad Expo, presso il padiglione della Russia, il forum “L'unità delle idee - il successo del business: la Russia e l'Italia”.

Il forum è stato organizzato dal Dipartimento di scienza, politica industriale e imprenditorialità di Mosca e dalla Camera di commercio e industria della capitale russa, con la partecipazione di rappresentanti delle autorità di Mosca, di Milano, di altre municipalità e della comunità imprenditoriale ed economica di Russia e Italia.

Un evento di livello internazionale nel quale sono state discusse le questioni attuali della collaborazione bilaterale per lo sviluppo dei rapporti d’affari e dei contatti diretti industriali tra imprenditori dell’Italia e della Russia.

“Il forum è stato particolarmente interessante – afferma Giuseppe Alai, presidente del Consorzio, presente all’incontro – in quanto non solo vi è stata una presentazione dell’economia russa, ma anche si è fatto il punto delle relazioni tra Italia e Russia alla luce dell’embargo delle importazioni dei prodotti europei e italiani, conseguente alle sanzioni occidentali verso la Russia. L’embargo ha colpito non poco l’interscambio tra i due paesi, pari a 54 miliardi di dollari nel 2013 (per metà prodotti agroalimentari), valore calato del 40% nel 2015. Per capire le dimensioni della potenza economica della Russia, basti pensare che è il paese che ha più terra e acque a disposizione del mondo ed è il terzo esportatore di grano a livello mondiale. Ma non è solo molto forte nella produzione di beni primari; è anche un paese che è particolarmente attrattivo come collocazione di impianti produttivi industriali da parte di investitori mondiali; basti pensare che, pur non avendo una marca automobilistica nazionale, è il settimo produttore di auto nel mondo. Una capacità attrattiva di capitali e di impianti produttivi che non stupisce, visto che la fiscalità sulle imprese è pari al 13,9%”.

L’incontro è stato aperto da Sergey Sobyanin, sindaco di Mosca, una città che da sola consta 40 milioni di abitanti, seguiti dagli interventi di Maxim Reshetnikov, ministro del Governo di Mosca e capo del Dipartimento per le politiche Economiche e lo sviluppo della città di Mosca, e Oleg Bocharov, capo del Dipartimento per la scienza, le politiche industriali e l’imprenditoria della città di Mosca. La struttura dell’incontro è risultata vincente in quanto, dopo gli interventi, si lasciava spazio agli incontri personali di approfondimento e di business, durante i quali il presidente Alai ha potuto intrattenersi con Maxim Reshetnikov e con Oleg Bocharov.

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette