• Prodotto di Montagna

Decreto del 26/07/2017

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Italiana (GU n.214 del 13-9-2017 ) il decreto del 26/07/17 "Disposizioni nazionali per l'attuazione del regolamento (UE) n. 1151/2012 e del regolamento delegato (UE) n. 665/2014 sulle condizioni di utilizzo dell'indicazione facoltativa di qualita' «prodotto di montagna», oggi già in vigore (http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2017-09-13&atto.codiceRedazionale=17A06331&elenco30giorni=true)
Tale decreto è applicabile agli operatori che intendano utilizzare l'indicazione facoltativa di qualita' «prodotto di montagna»: per quanto riguarda i caseifici che aderiscono al progetto del Consorzio, oltre ai requisiti già previsti dal Reg.UE 665/14,  questi dovranno adempiere solo al punto 3 sotto riportato (art. 4 comma 2 del decreto).
Tale decreto riporta tra le novità:

  1. per «trasformazione» si intende qualsiasi azione che provoca una modificazione sostanziale del prodotto iniziale, compresi trattamento termico,   affumicatura,   salagione, stagionatura, maturazione;
  2. la trasformazione  per  la  produzione  di  latte   e   prodotti lattiero-caseari in impianti  di  trasformazione  in  funzione  il  3 gennaio 2013 possono avere luogo al di fuori delle zone di  montagna  purche'  gli impianti  di  trasformazione  siano  situati  ad  una  distanza   non superiore a 10 km dal confine amministrativo della zona di  montagna, secondo il criterio definito nell'allegato 1 del presente decreto;
  3. gli  operatori  che   intendono   utilizzare  l'indicazione facoltativa di qualita' «prodotto di montagna»,  devono trasmettere entro  trenta  giorni  dall'avvio  della  produzione  del prodotto di montagna il modulo di  cui  all'allegato  1,  debitamente compilato, alla regione ove e' situato l'allevamento o  l'azienda  di produzione  dei  prodotti  di   montagna   o   lo   stabilimento   di trasformazione di tali prodotti.

Scarica il decreto
Scarica l'allegato del decreto