• Ricette CrossCooking

Ravioli cinesi di Parmigiano Reggiano, verdure e zenzero con salsa “mediterraneasiatica” - Cina

Jiaozi tra oriente e occidente
Antonella Pagliaroli - Fotogrammi di zucchero

  • Difficoltà

    Media

  • Stagionatura

    18 mesi

  • Per la pasta:
  • 200 g di farina
  • 120 g di acqua fredda
  • un pizzico di sale
  • Per il ripieno:
  • 100 g di Parmigiano Reggiano
  • 200 g di piselli
  • 5 foglie di cavolo cinese (in sostituzione verza)
  • 2 scalogni
  • 1 carota
  • 2 cucchiai di olio evo
  • erba cipollina
  • zenzero fresco
  • sale
  • Per la salsa:
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo
  • 1 cucchiaio e mezzo di salsa di soia
  • 1 cucchiaino raso di zucchero
  • foglie di basilico fresco

Iniziate a preparare la pasta: in una ciotola disponete a fontana la farina con un pizzico di sale, versate al centro l'acqua e iniziate ad impastare fino a creare un composto liscio, compatto ed omogeneo che riporrete in frigo, avvolto da pellicola, per almeno un'ora. Nel frattempo preparate il ripieno. Fate scottare in acqua bollente salata il cavolo cinese per tre minuti. Scolatelo, fatelo raffreddare e tagliatelo a strisce sottili. Fate un soffritto con un cucchiaio di olio e uno scalogno tritato, aggiungete quindi i piselli e fate cuocere per circa 10 minuti. Aggiungete ora il cavolo e terminate la cottura. Le verdure dovranno diventare morbide. In un'altra padella fate un soffritto con l'altro cucchiaio di olio e lo scalogno tritato. Aggiungete le carote tritate finemente con un mixer e fate cuocere fino a quando saranno ben morbide. Con un mixer frullate ora il ripieno di piselli e cavolo fino ad ottenere una crema, aggiungetevi quindi le carote e lo scalogno cotti ed infine l'erba cipollina tritata, il Parmigiano Reggiano grattugiato e un'abbondante manciata di zenzero fresco grattugiato. Stendete ora la pasta e con un tagliapasta ricavate dei cerchi di circa 6-7 centimetri. Con un matterello, o con la macchina per stendere la pasta, stendeteli ulteriormente (la pasta dovrà risultare quasi trasparente). Riempite con un cucchiaino di ripieno e chiudete a mezza luna, premendo sulle estremità per farle aderire e facendo le caratteristiche pieghe dei ravioli cinesi. Rivestite i cestelli di bambù per la cottura al vapore con foglie di cavolo e adagiatevi sopra i ravioli, ben distanziati, cuocete a vapore immergendo i cestelli in una pentola d'acqua posta a bollire sul fuoco. Quando i ravioli diverranno ben trasparenti saranno cotti. Nel frattempo che i ravioli cuociono preparate la salsa frullando con un mixer le foglie di basilico fresche, l'olio, lo zucchero, la salsa di soia e i semi di sesamo. Servite caldi accompagnati con la salsa.

STORIA

Ho lavorato per alcuni anni come commessa nel negozio di abbigliamento di una simpatica ragazza di nazionalità cinese. Nei pomeriggi piovosi e noiosi in cui nel negozio non entrava nessuno, nemmeno qualche turista confuso per chiedere informazioni stradali, io e Lin parlavamo e ridevamo tantissimo. Io le insegnavo a pronunciare correttamente le parole in italiano, lei mi insegnava alcune cose in cinese. Lei però era più brava di me che restavo inebetita di fronte alle sue lezioni sulle vocali: "Allola Antonella c'è vocale a, poi c'è vocale aaaaaàaah, poi vocale aa, e aaaaaaaaaaaaaaaaah". Io invece rispondevo: " Eh????". Non ero esattamente un' alunna brillante. Però avevo imparato a dire "io mi chiamo Antonella", "sono zitella", "ragazza", "ciao" , "eunuco" ed altre parole fondamentali, essenziali. Sei a Pechino, ti sei perso, hai fame, sei stanco, vuoi tornare in albergo. Fermi una persona e le dici: "Ciao, mi chiamo Antonella, sono zitella, ragazza, ciao, eunuco." Lui sicuramente capirà che ti sei persa e ti condurrà alla metropolitana. Io e Lin parlavamo di cucina e mangiavamo spesso insieme: spaghetti di riso o lasagne, jaozi o melanzane alla parmigiana. Dicevamo che un giorno avremmo creato un piatto cine-italiano, ma poi non l'abbiamo mai fatto. I ravioli cinesi al vapore (Jiaozi) non hanno bisogno di presentazioni, sono deliziosi fagottini di pasta ripieni di carne di maiale, gamberetti e/o verdure con scalogno, erba cipollina e zenzero molto popolari in Cina. I miei ravioli celebrano un incontro, divenuto poi amicizia: chi l'avrebbe mai detto che il Parmigiano Reggiano e lo zenzero potessero andare così d'accordo? 
Antonella Pagliaroli Fotogrammi di zucchero

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette