• 2005

I CONCERTI DELLA VIA LATTEA ARMONIE DELLE FORME

Reggio Emilia, 7 giugno 2005 Dietro le Quinte, agenzia di promozione della musica classica legata ad Arci Nuova Associazione, grazie al sostegno delle Province di Reggio Emilia, Modena e Parma e alla collaborazione con il Consorzio del Parmigiano Reggiano, propone la terza edizione de "I concerti della via lattea": una rassegna di musica classica all'interno dei caseifici del territorio della zona di origine. Da venerdì 10 giugno, musica e Parmigiano Reggiano ritorneranno a parlare la stessa lingua e "I concerti della via lattea" proporrà un nuovo abbinamento per il Re dei formaggi. Il programma dell'iniziativa, che si concluderà il 5 agosto, coinvolge undici comuni (Baiso, Correggio, Novi, Campagnola Emilia, Fanano, Palagano, Canossa, Fidenza, Soragna, Castelnuovo Rangone e Fontanellato) delle tre province emiliane e si avvale anche del patrocinio della Regione Emilia-Romagna e della Camera di Commercio di Reggio Emilia. L'ingresso ai concerti, con inizio alle ore 21.00, è gratuito.

Alla conferenza stampa tenutasi questa mattina, presso la sede del Consorzio Parmigiano Reggiano, Paolo Testi, direttore artistico dell'iniziativa, ha illustrato l'edizione 2005, tutta all'insegna della diversificazione dei generi che pone accanto alla musica strumentale sia quella vocale sia anche quella dedicata ai piccoli. "Quest'anno - ha dichiarato Testi - abbiamo lavorato per innalzare ulteriormente il livello artistico, anche perché l'insolita cornice delle sale di stagionatura del Parmigiano Reggiano sono un luogo dall'acustica straordinaria. Le forme di formaggio si sono rivelate elementi determinanti per l'armonia della musica da camera".

È intervenuto anche Andrea Bonati, presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano, che ha dichiarat "In un momento in cui la globalizzazione e la standardizzazione guidano i consumatori verso prodotti che non appartengono al territorio, questa iniziativa fa conoscere i nostri "caselli" e avvicina i consumatori al Parmigiano Reggiano, abbinando alla cultura alimentare quella musicale".

Presenti in conferenza anche gli assessori all'agricoltura delle province di Modena, Graziano Poggioli, e Reggio Emilia, Roberta Rivi. Nel suo intervento, Roberta Rivi, ha richiamato la legge 29 del 2000 che consente alla Provincia di inserire la propria partecipazione all'interno del programma di educazione alimentare e ha voluto sottolineare l'abbinamento "insolito" tra il Parmigiano Reggiano e la musica classica come elementi di un progetto culturale di "alto livello da valorizzare". Graziano Poggioli ha invece voluto sottolineare l'importanza di questa manifestazione per il turismo del nostro territorio, che adeguatamente inserito nei programmi dei tour operator italiani e stranieri permetterebbe alla nostra tradizione di essere meglio compresa e diffusa.
Elementi portanti de "I concerti della via Lattea" sono il fare cultura e la scoperta di luoghi densi di valori tipici della nostra terra come possono essere le latterie dell'Emilia.
Muoversi tra le armonie musicali e le forme del Parmigiano Reggiano vuol dire ripercorrere attraverso la musica l'idea di un viaggio, un percorso che parte dai prati degli Appennini fino ad arrivare nelle latterie di campagna della bassa, avvolte nella torrida calura estiva. Cosa c'è di più bello che passare un'ora seduti nel fresco di un magazzino di stagionatura nelle torride serate d'estate, immersi tra armonie di suoni e profumi?

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette