• 2005

PARMIGIANO REGGIANO: IL CONSORZIO IN USA DIFENDE CON SUCCESSO LA DENOMINAZIONE CONTRO LE VIOLAZIONI

Reggio Emilia 16 novembre 2005 - Per la quarta volta in dieci anni, il Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano ha protetto con successo negli Stati Uniti la prestigiosa denominazione "Parmigiano" da tentativi di violazione ed ha difeso i marchi di certificazione per il formaggio tutelato presso la Corte Distrettuale americana.

Dopo mesi di negoziazioni, il Consorzio, che certifica il Parmigiano Reggiano prodotto in Italia, e l'impresa Blaser's USA, che confeziona formaggio grattugiato disidratato in Wisconsin, hanno raggiunto un accordo. Blaser's ha acconsentito ad essere diffidato dall'uso del termine "Parmigiano" e dei termini "Reggiano" e "Parmigiano Reggiano" e dall'uso di qualsiasi termine simile o equivalente per riferirsi a formaggio non certificato dal Consorzio.

La causa legale fa parte del continuo sforzo del Consorzio per salvaguardare l'uso del marchio e della denominazione Parmigiano Reggiano, per aumentare la consapevolezza del prodotto nei consumatori ed per eliminare la possibile confusione che si crea, soprattutto per importatori, dettaglianti, proprietari e gestori di ristoranti e consumatori, sul mercato Usa tra Parmigiano Reggiano ed altri formaggi a pasta dura da grattugia che non siano conformi ai rigorosi requisiti del Consorzio per la certificazione.

"Fin dalla sua origine chi mangia il Parmigiano Reggiano conta sull'alta qualità, l'eccezionale valore nutritivo e le condizioni tutte naturali del nostro formaggio" ha detto Andrea Bonati, presidente del Consorzio. "Il nostro nome e il nostro marchio sono, per il consumatore, la nostra garanzia di tutte le proprietà del Parmigiano Reggiano ed il Consorzio perseguirà sempre l'obiettivo della loro difesa a livello globale".

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette