• 2005

IL PARMIGIANO REGGIANO ESULTA: LA DENOMINAZIONE "FETA" NON È GENERICA

L'uso del termine è concesso solo al formaggio proveniente dalla Grecia che rispetta le tradizioni ed il disciplinare del Paese ellenico

Reggio Emilia, 25 ottobre 2005 - La denominazione "Feta", che identifica tradizionalmente il formaggio bianco in salamoia della Grecia prodotto con latte di capra e pecora, non è generica. È questa è l'importante sentenza odierna con la quale la Corte di Giustizia Europea ha respinto la richiesta di Germania e Danimarca che, sostenute da Francia e Regno Unito, avevano presentato un'istanza per annullare la registrazione "Feta" come DOP per la Grecia.

"Questa sentenza - dichiara Andrea Bonati, presidente del Consorzio - è accolta con grande soddisfazione dai produttori di Parmigiano Reggiano. Si tratta di un'ulteriore conferma che il sistema delle Denominazioni d'Origine tiene nonostante i tentativi di forti interessi economici per rendere meno efficace la protezione dei prodotti del territorio. In particolare questo epilogo è di buon auspicio per la prossima sentenza della Corte europea che vedrà coinvolta la denominazione "Parmigiano Reggiano" nella sua traduzione "Parmesan", denominazione considerata generica dalla Germania, verso la quale la Commissione europea ha aperto una procedura di infrazione".

Secondo Leo Bertozzi, direttore del Consorzio, "sono da sottolineare alcuni passaggi della motivazione della Corte, per la quale l'osmosi tra i fattori naturali e i fattori umani ha conferito al formaggio Feta caratteristiche specifiche di quel territorio e quindi una notevole rinomanza internazionale. Inoltre negli altri Stati membri la Feta è regolarmente commercializzata con etichette che alludono alle tradizioni culturali ed alla civiltà greche, pertanto i consumatori europei percepiscono la Feta come formaggio associato alla Grecia e non generico".
"La sentenza di oggi - conclude Bertozzi - conferma la determinazione della Commissione europea nel sostenere la validità della tutela delle denominazioni protette e, dopo il risultato ottenuto al Codex Alimentarius in luglio, costituisce una buona premessa per la prossima riunione dell'Omc - Wto (Organizzazione Mondiale del Commercio) ad Hong Kong, nella quale sarà imprescindibile ottenere il riconoscimento delle Indicazioni Geografiche".

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette