• 2009

ALL'ASSEMBLEA DI ORIGIN LA DICHIARAZIONE DI TERUEL PER LE INDICAZIONI GEOGRAFICHE

16 luglio 2009 - La città di Teruel, in Spagna, ha ospitato a fine giugno la quarta assemblea generale di OriGIn (Organization for International Geographical Indications Network), a cui hanno preso parte oltre 150 produttori di Indicazioni Geografiche, provenienti da 40 diverse nazioni. E' stato un appuntamento fondamentale nella storia di questa organizzazione poiché i suoi membri hanno siglato la “Dichiarazione di Teruel”, nella quale affermano che “fornendo posti di lavoro per milioni di persone in tutto il mondo, aiutando a preservare l’ambiente e garantendo che la globalizzazione dei mercati non comprometta la diversità, la qualità e la tradizione dei prodotti di origine, le Indicazioni Geografiche giocano un ruolo vitale per le nostre economie e società. I produttori, sia dei paesi industrializzati sia di quelli in via di sviluppo, sempre più si affidano alle Indicazioni Geografiche per lo sviluppo sostenibile delle loro comunità”. Questi concetti sono fondamentali per i prodotti di origine, perché descrivono la loro centralità in ambienti e società molto differenti, ma che risultano accomunati dall'esistenza di saperi antichi tramandati nel tempo e oggi sinonimo di identità ed elevata qualità.
Inoltre, è stato ribadito dai produttori e dagli specialisti presenti il sostegno alla “Majority Proposal” avanzata l’anno scorso da 108 membri del WTO, che sostiene l’estensione delle Indicazioni Geografiche e del Registro Multilaterale.
L’assemblea di OriGIn, che ha registrato la più elevata partecipazione di sempre, ha anche proceduto al rinnovo del Comitato Direttivo e del Comitato Tecnico. E' stato espressa pieno apprezzamento agli organi uscenti per la cura degli aspetti legali, la difesa e la promozione della diversità e dei valori di qualità e di tradizione legati alle IG, ed il presidente uscente Luis Fernando Samper, direttore del Dipartimento di proprietà intellettuale della Federazione Nazionale dei Produttori di Caffè della Colombia, ha passato il timone dell’organizzazione a Ramon Gonzalez Figueroa, direttore generale del "Consejo Regulador del Tequila". Una riconoscimento per il nostro Consorzio si è concretizzato con la nomina alla vicepresidenza di Leo Bertozzi, direttore generale del Consorzio del Formaggio Parmigiano-Reggiano.
L’ultima giornata di lavoro è terminata con la sfida tra gli chef di sette ristoranti spagnoli che in Teruel hanno presentato dei piatti realizzati con prodotti di qualità, provenienti dalle nazioni partecipanti all’Assemblea Generale. Il "First Origin Culinary Art Awards" è stato vinto da Kamal Robati, chef presso il ristorante “Botero” di Monreal del Campo (Spagna), che nella sua preparazione ha inserito anche un Parmigiano-Reggiano con 24 mesi di stagionatura.
 

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette