• 2011

Reggio Emilia

Il Parmigiano-Reggiano al festival della birra artigianale

A Vezzano sul Crostolo si è svolto lo “United Indipubs Festival”

Reggio Emilia, 24 maggio 2011 - “Corrispondenze artigianali” a Vezzano sul Crostolo dove, dal 30 aprile al 2 maggio, in occasione del Festival della Birra artigianale, il Consorzio del Parmigiano-Reggiano è stato sponsor della manifestazione che si è tenuta alle pendici dell’Appennino reggiano. Sei pub di diverse parti d'Italia hanno infatti organizzato quello che si è stato il primo festival italiano della birra artigianale, lo United Indipubs Festival, accolto con grande entusiasmo da un vasto pubblico, in particolare di giovani.

"L’obiettivo del festival – ci dice Alessandro Belli, dell'Arrogant Pub di Scandiano, vera anima dell'iniziativa – è stato  quello di esportare e divulgare anche in Italia il modello delle Free House inglesi, cioè quei pub indipendenti (gli IndiPubs) che si acquistano gli impianti di spillatura e sono così liberi di scegliere di volta in volta le birre, perlopiù artigianali, da offrire ai propri clienti, senza essere necessariamente legati alle marche più conosciute. E questo spirito lo si è letto chiaramente nello slogan della locandina: “ventiquattro spine, sei  pub, sei  publican, sei modi diversi di stare dietro il bancone, una  passione comune: la birra artigianale”.

Il Consorzio del Parmigiano-Reggiano, presente come sponsor principale, aveva una  postazione in cui era possibile degustare e conoscere maggiormente le caratteristiche ed i processi produttivi  del formaggio la cui filosofia, come afferma Loretta Domenichini, segretaria della Sezione di Reggio Emilia del Consorzio – “è quella di essere un prodotto molto diffuso ma di pregio e di alta qualità, del tutto naturale, ancora fatto da autentici artigiani,  fuori degli schemi dell’industria, con un’impostazione analoga a quella della birra artigianale."  Nel banco del Consorzio era anche possibile acquistare il Parmigiano-Reggiano del caseificio Campola di Vezzano e diventare fan della pagina Facebook che ha ottenuto un’ampia adesione da parte dei giovani partecipanti che venivano omaggiati di vari gadget.

L’apoteosi delle "corrispondenze artigianali" si è realizzata domenica 1 maggio, nel pomeriggio, con la doppia cotta; ovvero la cottura dimostrativa (detta appunto "cotta") della birra artigianale, fatta davanti al pubblico dai mastri birrai italiani, in contemporanea con la cottura del Parmigiano-Reggiano con il metodo del fuoco a legna, opera dei casari del Parmigiano-Reggiano. Il pubblico ha partecipato con grande interesse a queste lavorazioni spesso sconosciute. E’ stato così un susseguirsi di emozioni e di spiegazioni per capire i segreti e per farsi prendere dal fascino delle produzioni alimentari artigiani, da tutto ciò che "non si fabbrica, si fa"!

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette

Allegati