• 2011

Parma

Parmigiano-Reggiano CO2 zero emissioni

Caseifici e aziende agricole dell’area montana coinvolti nel progetto di compensazione ambientale

Parma, 15 dicembre 2011 – Sfruttare al meglio l’energia riducendo i costi è fondamentale ormai per tutti i settori, e il sistema del Parmigiano-Reggiano ha l’obiettivo di ottenere il suo prodotto d'eccellenza grazie alle energie ottenute da fonti rinnovabili.

Per questo, il 3 dicembre, presso la sede della Comunità montana delle Valli del Taro e del Ceno a Borgotaro, la Sezione di Parma del Consorzio ha partecipato al Convegno Parmigiano-Reggiano CO2 zero emissioni,  promosso ed organizzato dalla Provincia di Parma, dal Consorzio stesso, dalla Comunità Montana Ovest, dalla sezione di Economia Agroalimentare dell’Università di Parma, dall’associazione Parma in valli e sapori e dal Consorzio Comunalie Parmensi, durante il quale è stato presentato il nuovo progetto di compensazione ambientale, che ha coinvolto caseifici e aziende agricole dell’area montana, per dimostrare come, anche in montagna, con l’adozione di sistemi all’avanguardia nel campo delle produzioni di energia rinnovabile, si può integrare significativamente il reddito aziendale.

In particolare, le soluzioni inserite all’interno del progetto, esposte da esperti e promotori di programmazione territoriale, sviluppo rurale ed energie rinnovabili, sono relative all’installazione di mini turbine idriche e di impianti mini-eolici per la produzione di energia, attenti al contesto ambientale e paesaggistico in cui si inseriscono.

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette