• 2013

Bilancio positivo per la partecipazione del Consorzio a Rimini Wellness 2013

Oltre 10.000 persone hanno visitato lo stand del Consorzio partecipando alle attività, alle degustazioni e alla misurazione del livello di calcio osseo

Reggio Emilia, 17 maggio 2013 – Ottava edizione da record per la manifestazione Rimini Wellness che ha visto la partecipazione di 244.533 visitatori (+7% sul 2012). Novità di quest’anno, la partecipazione del Consorzio del Parmigiano Reggiano con uno stand e tante attività ludiche, ma anche di formazione e di approfondimento sugli importanti valori nutritivi del prodotto.

La decisione di essere presenti al Rimini Wellness – ha spiegato il direttore Riccardo Desertiè nata dalla volontà di avvicinare maggiormente al prodotto un pubblico di consumatori amanti del fitness e attenti alla propria alimentazione. Il Parmigiano Reggiano è un alimento del tutto naturale, privo di qualsiasi additivo o conservante, ricco di aminoacidi essenziali e di calcio assimilabili (50 grammi di prodotto assicurano il 50% dell’apporto quotidiano di calcio necessario al corpo)e quindi incontra perfettamente le esigenze degli sportivi e assicura il giusto apporto nutritivo.

Grandissimo successo anche per l’iniziativa, promossa in collaborazione con la Fondazione F.I.R.M.O Raffaella Becagli, che ha permesso al pubblico presente di sottoporsi, in modo totalmente gratuito, al controllo del livello di calcio attraverso la Mineralogia Ossea Computerizzata (MOC), un semplice esame diagnostico che misura la densità delle ossa rivelando eventuali degenerazioni della struttura. Nei quattro giorni di manifestazione sono stati oltre 450 i visitatori che si sono sottoposti all’esame con la possibilità di un consulto medico e nutrizionale.

La possibilità di confrontarsi sia con un medico che con un nutrizionista ha permesso al pubblico di comprendere meglio quanto siano correlati l’aspetto clinico-patologico e quello nutrizionale”  ha affermato la Fondazione F.I.R.M.O che si è detta assolutamente soddisfatta dell’esperienza. “Abbiamo trovato un pubblico variegato per età e per attitudini, ma in tutti i casi si percepiva una grande attenzione al benessere in generale e all’alimentazione, con una chiara comprensione dell’importante ruolo che il Parmigiano Reggiano ricopre nel soddisfare gran parte del fabbisogno di calcio giornaliero necessario per una buona salute ossea.

Novità anche per quanto riguarda le degustazioni di Parmigiano Reggiano. Per l’occasione infatti, in collaborazione con il Progetto Ortofrutta d’Italia di CSO (Centro Servizi Ortofrutticoli), sono state proposti abbinamenti tra Parmigiano Reggiano e frutta fresca come fragole, kiwi e pere e con spremuta di arancia. “Una scelta – ha spiegato Riccardo Deserti - spinta dalla volontà di abbinare le vitamine della frutta all’energia pura del formaggio.”  Un incontro tra prodotti di qualità del territorio italiano che è stato molto apprezzato dai 2900 visitatori che hanno potuto provare i vari abbinamenti e che hanno espresso stupore, ma anche tanta volontà di riproporre l’abbinamento ad amici e parenti.

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette