• 2013

Note di cibo a più mani

Al Ristorante Locanda Cà Matilde, un intero menù dedicato al Parmigiano Reggiano, cucinato a otto mani

Reggio Emilia, 24 maggio 2013 – A più mani, c’è più gusto. E’ con questo spirito che Andrea Incerti Vezzani, chef patron del Ristorante Locanda Cà Matilde, ha cucinato un menù tutto dedicato al Parmigiano Reggiano in compagnia di Maria Teresa Bonati, chef del Ristorante La Grattugia di Villa Aiola (RE), Fernando Lorenzetti, chef del Ristorante La Nò di Massa Carrara (MC) e Anna Maria Ciampi, chef del Ristorante Lago di Gruma di Campegine (RE).

La Sezione di Reggio Emilia del Consorzio ha sponsorizzato la cena “Note di cibo a più mani” che si è svolta martedì 7 maggio, in cui gli chef, aiutati dagli studenti della Scuola Internazionale di cucina Alma di Colorno, dall’Istituto Alberghiero e della Ristorazione A.Motti di Reggio Emilia e dai soci di Gusto sapiens hanno cucinato i loro piatti con il Parmigiano Reggiano da sottoporre all’attento giudizio dei commensali presenti e di una giuria tecnica.

La giuria di esperti, formata chefs, giornalisti enogastronomici e referenti della Scuola Internazionale di cucina Alma, ha assaggiato tutti i piatti del menù per decretare la ricetta migliore. A salire sul primo gradino del podio è stato lo Chef Andrea Incerti Vezzali con il suo “Riso al Parmigiano Reggiano alla brace, nocciole e liquirizia”.

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette