• 2013

Da Pollenzo alla Zona di Origine del Parmigiano Reggiano

Giornate di studio dedicate Parmigiano Reggiano per un gruppo di studenti dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo

Reggio Emilia, 28 giugno 2013 - “Una esperienza intensa che ci ha dato la possibilità di vedere in pratica ciò che studiamo ogni giorno in classe, torno in aula con un bagaglio culturale sicuramente diverso e con la consapevolezza che dietro ad un grande prodotto sono presenti uomini e donne che vivono ogni giorno con passione il loro lavoro.” Questa l’impressione di una studentessa dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, al termine del periodo di formazione svolto al Consorzio del Parmigiano Reggiano dal 24 al 27 giugno. “Non conoscevamo la differenza tra il Parmigiano Reggiano e gli altri formaggi similari, ma attraverso questa esperienza abbiamo potuto realizzare l’unicità di un formaggio totalmente naturale, senza alcun additivo, i controlli che vengono effettuati e quanto lavoro vi sia ogni giorno dietro una forma. Non è business, è passione”. Un soggiorno intenso, fitto di appuntamenti, in cui gli studenti hanno visitato stalle e caseifici con la possibilità di intervistare produttori e casari entrando realmente a contatto con l’importantissimo lato “umano” che contraddistingue il nostro prodotto.

Le visite legate alla filiera produttiva del Parmigiano Reggiano si sono svolte nel territorio di Modena, dove gli studenti assistiti dalla Sezione locale del Consorzio, hanno potuto visitare e conoscere altre realtà legate ai prodotti tipici del territorio come l’Aceto Balsamico Tradizionale, il prosciutto di Modena e il lambrusco. “Queste visite ci hanno permesso di renderci conto della molteplicità di eccellenze legate alla zona, ci hanno chiarito dubbi e arricchito le nostre conoscenze” ha affermato uno studente del corso.

Entusiasmo anche da parte dei professori e della tutor accompagnatrice del gruppo Veronica Fernandez che ha affermato: “Il rapporto tra il Consorzio del Parmigiano Reggiano e l’Università di Scienze Gastronomiche è di fondamentale importanza per i nostri studenti che hanno la possibilità di visitare e conoscere la realtà che contraddistingue questo prodotto, ma anche per i produttori, che hanno la possibilità di diffondere la conoscenza e di trasmettere il valore del Parmigiano Reggiano a questi ragazzi che in futuro terranno alta la bandiera di questo prodotto unico nel mondo”.

Il rapporto tra il Consorzio del Parmigiano Reggiano e l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, fondata e promossa da Slow Food,  continua da diversi anni e si è consolidata nel tempo proprio per fornire agli studenti, futuri gastronomi, di conoscere il nostro formaggio, ma anche il legame del formaggio con il territorio di origine e le pratiche per mantenere, grazie al disciplinare e all'impegno produttivo, un alto livello qualitativo lungo tutta la filiera.

Nel corso dello stage, oltre alla realtà produttiva, gli studenti hanno affrontato il tema del cambiamento sensoriale e strutturale del Parmigiano Reggiano, nel corso della stagionatura, attraverso una degustazione guidata dal professor Mario Zannoni, fondatore dell’associazione Assaggiatori di Parmigiano Reggiano.

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette