• 2014

Il "nobel" della gastronomia... "va al Massimo"!

Questa sera a Stoccolma la cerimonia di consegna del White Guide Global Gastronomy Award allo chef modenese Massimo Bottura

Modena, 3 marzo 2014 – “Per il continuo reinventare una delle cucine più amate del mondo e per la sua elevazione a nuove dimensioni e prospettive da esplorare e godere. In costante dialogo con una ricca e tradizionale radice della cucina italiana, Massimo Bottura ha sviluppato un’arte culinaria straordinaria, che copre una vasta gamma di espressioni: dall’apparentemente semplice all’intellettualmente complesso. Riprogettando radicalmente la dimensione del pasto, secondo quello che dovrebbe e potrebbe essere, arricchendolo di storia e futuro, Nord e Sud, tecnologia e leggenda, ecologia e cultura, il tutto con la sensibilità di un artista e la passione, Bottura ha avuto un ruolo dominante nella evoluzione gastronomica italiana e nel passaggio dal fermo al ristagno all’effervescente melting pot di grandi tradizioni, di talento e innovazione che oggi è la cucina italiana”.

E’ questo il testo che accompagna la consegna, a Massimo Bottura, di quello che è considerato il “nobel” della gastronomia mondiale: il White Guide Global Gastronomy Award.  Il premio, la cui cerimonia di consegna avverrà questa sera, lunedì 3 marzo, a Stoccolma, è stato riconosciuto negli anni a personaggi di fama mondiale come Ferran Adrià (2007), Charlie Trotter (2008), Fergus Henderson (2009), René Redzepi (2010), Alain Passard (2011), David Chang (2012), Gastòn Acurio (2013) e per la prima volta entrerà in Italia proprio grazie al tristellato Massimo Bottura, chef patron dell’Osteria Francescana di Modena e grande amico del Parmigiano Reggiano.

"I miei muscoli sono di Parmigiano Reggiano e nelle mie vene scorre Aceto balsamico di Modena". E’ con questa affermazione, infatti, che Massimo ama descrivere il forte legame con i prodotti del suo territorio d’origine.  Un forte attaccamento alla tradizione abbinato ad un significativo slancio verso il futuro fanno  si che la cucina di Bottura diventi una vera e propria esperienza sensoriale dove gusto, forma ed emozioni si fondono in una atmosfera indimenticabile. “Cinque stagionature di Parmigiano Reggiano in consistenze e temperature”, uno dei piatti che Bottura ha dedicato al Re dei formaggi, è proprio una sintesi della sua cucina da gustare attraverso tutti e cinque i sensi dove il Parmigiano Reggiano, proposto in cinque diverse stagionature, diventa oggetto di sperimentazioni e trasformazioni fisiche che lo rendono spuma, crema e aria donando sensazioni differenti pur mantenendone intatte le qualità e il gusto che lo rendono unico.

A Massimo Bottura vanno i nostri sentitissimi complimenti!!

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette