• 2019

“di Porta in Porta”: il Parmigiano Reggiano è main sponsor dell’evento che anima Ravenna dal 27 Maggio al 2 giugno

La manifestazione, tra cultura, turismo e gastronomia, punta a valorizzare le Porte storiche del capoluogo romagnolo. Il Parmigiano Reggiano Dop e la sua biodiversità saranno il tema gastronomico dell’edizione 2019

Reggio Emilia, 28 maggio 2019 – Il Consorzio del Parmigiano Reggiano è main sponsor di “di Porta in Porta”, l’evento culturale, turistico e gastronomico dedicato alla valorizzazione delle porte storiche della città di Ravenna. La manifestazione - in scena dal 27 maggio al 2 giugno fra Porta Serrata, Porta Adriana , Porta Gaza e Porta Sisi - avrà come tema gastronomico il Parmigiano Reggiano: l’alimento che da sempre accompagna i cappelletti, i passatelli, la spoja lorda e tanti altri piatti della tradizione emiliano-romagnola.

Nei giorni dell’evento, le Porte della città ospiteranno i caseifici produttori di Parmigiano Reggiano per valorizzare la biodiversità del Re dei Formaggi. In particolare, a Porta Adriana saranno presenti otto caseifici con diversi “Cru” di Parmigiano Reggiano:  caseificio Rosola (MO), caseificio Querciola (BO), caseificio del Parco (RE) con il Parmigiano Reggiano “Prodotto di Montagna”; caseificio Allegro (RE); caseificio Lanfredini (PR), caseificio Valserena (PR), caseificio Gennari (PR) e caseificio Torricella (PR) con il Parmigiano Reggiano “di sola Bruna”.

Un’occasione unica per esplorare le biodiversità del Re dei Formaggi e in particolare quello fatto, appunto, con il latte di sola Bruna - molto adatto alla caseificazione grazie all’alto profilo caseinico e all’elevato contenuto di grasso - e il Parmigiano Reggiano “Prodotto di Montagna”, con tutti i suoi aromi dovuti ai fieni, ai prati e alle essenze presenti in montagna.

A Porta Sisi, tutti i giorni a partire dalle ore 17.00, il Parmigiano Reggiano dell’Azienda Agricola Caretti si sposerà con il lavoro delle sfogline per un percorso gastronomico personalizzato: il pubblico sceglierà la propria pasta fresca e, allo stand “di cottura”, potrà abbinarla con i condimenti proposti dall’Osteria del Pancotto.

L’offerta gastronomica di “di Porta in Porta” sarà arricchita anche da una vera e propria osteria, allestita a Porta Serrata da Matteo Salbaroli dell’Osteria Acciuga. Chef ravennati e non solo cucineranno a quattro mani tra sabato 1 e domenica 2 giugno con l’obiettivo di esaltare le qualità del Parmigiano Reggiano DOP.

Il Parmigiano Reggiano si produce oggi come nove secoli fa, utilizzando solo tre ingredienti: latte sale e caglio. L’area di origine è circoscritta alle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna alla sinistra del fiume Reno e Mantova alla destra del Po. Nel corso dei secoli la produzione è rimasta del tutto naturale, senza l’uso di additivi e conservanti.

Non solo gastronomia, venerdì 31 maggio a Porta Adriana, ore 19:30, gli attori Matteo Gatta di Ravenna Teatro e Andrea Rondinelli reciteranno “Pinocchio e il Parmigiano Reggiano. Fai sapere com’è buono il formaggio con le pere”. Lo spettacolo sarà in replica a Porta Adriana sabato 1 e domenica 2 giugno alle ore 19:30, a Porta Gaza domenica 2 giugno alle ore 17:00, a Porta Sisi sabato 1 giugno alle ore 18:00.

Coltello e Parmigiano-Reggiano
Ricette